La cannabis light CBD

La cannabis e le leggi italiane

In Italia ai sensi del DPR 309/90, la cannabis  è considerata, uno stupefacente.

Nel tempo però sono sate fatte dele modifiche che ammettono l’utilizzo in casi specifici. 
Abbiamo così una “cannabis terapeutica” e una “cannabis light” privata del Delta-9-tetraidrocannabinolo (THC).

Dose massima di THC

Per essere considerata “light” la canapa non deve contenere più del 0,6% di THC.
La commercializzazione cannabis light CBD è consentita, in quanto si tratta di un principio attivo considerato privo di effetti psicotropi.  

Attività benefica della canapa light THC

I valori di riferimento di THC, in Italia, che fanno si che la pianta di cannabis light legale, come abbiamo letto non devono superare il 0,6 % pertanto in commercio i prodotti hanno una percentuale tra lo 0,2% e lo 0,5%.

Il consumo di cannabis light, a questa concentrazione non presenta controindicazioni per la salute
Studi mostrano ad esempio un effetto antiossidante ed antinfiammatorio 

Commercio in Italia

In commercio possiamo trovare moltissimi prodotti a base di Cannabis light CBD quali Olio Cristalli, Pollini, Resine e Semi di Canapa.

Prodotti alimentari realizzati utilizzando farina, olio, estratti, terpeni e semi.

Questi prodotti hanno un potere nutrizionale ricco di proteine e fibre, di acidi grassi essenziali polinsaturi, Vitamine, Omega 3 ed Omega 6.

Cannabis MedicaCannabis Medica
La produzione, i preparati autorizzati e l’impiego terapeutico
Società Italiana Canapa Medica

Compralo su il Giardino dei Libri

Related Post